EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Filtro

select

Weekend in trentino alto adige

Ciclabile Val di Fiemme e Val di Fassa

Questo Week end lo dedichiamo alla scoperta della pista ciclabile delle Val di Fiemme e della Val di Fassa, ciclabile che parte da Molina di Fiemme a 800 mt di altitudine per arrivare dopo 48 km a Canazei a 1400 mt. Avendo Bambini dai 5 ai 8 anni che pedalano pure loro la nostra decisione è di sostare a Forno all’area attrezzata “Il Giardino” a circa 1100 mt di altitudine, scendere fino a Molina e farci riportare a monte con un pulmino che effettua trasporto persone/biciclette privato in quanto il Fiemme-Fassa bike express non effettua il servizio al sabato. Decisione che si rivelerà azzeccata in quanto la discesa è fattibile a tutti, la ciclabile è quasi interamente su pista dedicata tranne l’attraversamento dell’abitato di Predazzo e quindi non pericolosa anche per chi ha bambini piccoli al seguito, cosa totalmente diversa se si decide di arrivare fino a Canazei e poi scendere il primo tratto che si incontra è sterrato e con dislivello impegnativo, l’attraversamento di Moena su strada trafficata e poi inizia il tratto percorso da noi. Arriviamo all’area di sosta venerdì sera ci posizioniamo accanto ad amici che sono già presenti quattro chiacchere all’aria aperta e poi tutti a riposare in attesa della biciclettata. Ci svegliamo e sembra che il tempo sia clemente, iniziamo a scaricare tutte le biciclette e seggiolini e alle 10 siamo già in sella, dall’area attrezzata parte una piccola strada che si congiunge in 200 metri alla ciclabile, girando a sinistra si và a Moena, girando a destra Predazzo, imbocchiamo la ciclabile e subito rimaniamo incantati dalle distese di prati che attraversa, la ciclabile in questo tratto è tutta in leggera discesa a volte con qualche pendenza più significativa ma comunque adatta a tutti, a volte spiana e saltuariamente c’è pure qualche salitina, ogni tanto so incontra qualche ponticello per passare il fiume Avisio da una sponda all’altra, in men che non si dica siamo già a Predazzo, qui dobbiamo momentaneamente abbandonare la pista per attraversare il paese su strade a basso scorrimento, tutti in fila indiana e nessun pericolo. Ci soffermiamo alla fine di Predazzo per ammirare una gara internazionale di salto agli ostacoli con cavalli in uno stadio allestito per questa manifestazione che dura circa un mese e si svolge tutti i week end di luglio. Riprendiamo le biciclette e dopo poco altra tappa ad accarezzare dei piccoli pony in un maneggio dove è possibile anche effettuare giri in groppa a questi animali siamo appena prima di Ziano di Fiemme, riprendiamo la nostra avventure e cerchiamo un angolo pic nic per pranzare. Passiamo i paesei di Ziano di Fiemme, Panchià e Tesero, tutti li vediamo dal basso della nostra ciclabile sempre immersi nei boschi o nelle radure senza mai attraversarli ma guardando la piantina, a Tesero passiamo accanto a un carico scarico a mio parere molto utile in inverno quando altrove è difficile trovare fontanelle di acqua. Non è difficile trovare panchine, tavolini, fontanelle e giochi per bimbi lungo il percorso, noi decidiamo di fermarci in prossimità di Masi di Cavalese dove troviamo un parco giochi recintato con fontanella, tavolini, panchine e wc pubblici. Dopo una sosta ristoratrice dove la tavola era imbandita di ogni, c’è pure che si è presentato con salame e bottiglia di Lambrusco… riprendiamo la nostra biciclettata per fermarci già poco dopo in prossimità della Cascata dopo Cavalese, veramente spettacolare, anche qui presenti fontanelle e tavoli da pic-nic, bella passeggiata per ammirarla in tutto il suo splendore e qualcuno si lascia andare ed immerge i piedi nel torrente per raffreddarsi. Ci rimangono solo 4 km cerchiamo di pedalare lenti e di assaporare le ultime sfumature di questa bella ciclabile, in un attimo arriviamo a Molina di Fiemme dove la ciclabile termina, passiamo il ponte in legno e attendiamo il pulmino nella piazza principale. Per il trasporto noi ci siamo affidati al sig. Franz di Soraga contattandolo al numero 348.7129588 e puntuale ci ha recuperato e riportato all’area attrezzata, chi desidera adottare questa soluzione è meglio se contatta il sig. Franz qualche giorno prima e avrete la comodità di essere recuperati dove volete, basta una telefonata in base alle vostre esigenze e per noi la spesa è stata la stessa rispetto al trasporto pubblico. Ritornati all’area attrezzata i bimbi giocano liberamente nei grandi spazi verdi attorno, e noi ci concediamo un po di relax iniziando con un bel aperitivo. In serata avremo modo di assaggiare tanta carne alla griglia soprattutto le mitiche fiorentine di Luca il tutto accompagnato da vini spettacolari. Riusciamo a terminare la cena e alle 23.00 fa un piccolo temporale, glielo concediamo e andiamo tutti a letto contenti della bella giornata. Ci svegliamo molto comodamente, dobbiamo recuperare le forze, oggi l’intenzione era di andare a Canazei sfruttando i mezzi pubblici che fermano a 200 mt dall’area attrezzata ma scopriremo con gran rammarico che a causa di una manifestazione ciclistica è tutto sospeso fino alle 12.30 quindi inforchiamo le biciclette e percorriamo i 4 km che ci separano da Moena in leggera salita, comunque fattibilissimi, a Moena la ciclabile si interrompe, bisogna passare in paese per poi riprenderla alla fine di questo, noi cercando di non disturbare la corsa ciclistica arriviamo fino in centro, facciamo quattro passi lungo il fiume, incontriamo un campione di ciclismo vincitore del girio d'Italia 2013 "Vincenzo Nibali" che si presta a una foto con i più piccoli, decidiamo di completare il week end con un pranzo in una malga sopra Moena “Malga Roncac”, uscendo dal paese ci si alza di circa 200 metri percorrendo una strada carraia dove passano pochissime auto infatti la strada finisce proprio in prossimità della malga, ambiente molto curato, famigliare, assaporiamo sapori genuini con vista sulla vallata. E’ ora di tornare a valle prima a piedi poi in bicicletta rientriamo ai camper operazioni ci pulizia e si ritorna a casa. Bel week end in compagnia di amici lungo una ciclabile poco conosciuta e poco sfruttata, consigliata a tutti e per i meno allenati o famiglie con bambini consigliamo il nostro itinerario molto semplice.

 

November Porc: Zibello e dintorni

Un assaggio autunnale della bassa parmense con il November Porc a Zibello e una piccola sosta a Roccabianca e Colorno. Leggi il diario

Rafting in Val di Sole

Week end in val di sole : camminate e rafting per tutta la famiglia: leggi i dettagli

Ravenna e i suoi mosaici

Una scorpacciata di mosaici vecchi 1500 anni. Ravenna, una piacevole sorpresa. Leggi il diario

Alsazia minore e Lucerna per Pasqua

Un viaggio alla scoperta di cio che dell'Alsazia ci mancava. Cicogne, case a graticcio e grandi vini.Leggi il diario
Barr

Grossglockner e salisburghese che non ti aspetti

Un viaggio di quattro giorni alla scoperta della montagna più alta di Austria e di bellezze del salisburghese.

leggi il diario

Alla Scoperta di Borghi Friulani

Fine settimana che doveva essere all'insegna dello sci ma viste le pessime condizioni del tempo e della neve decidiamo di dirottarci su due borghi Friulani veramente carini e accoglienti.    leggi il diario

Le nostre soste

Ci teniamo a precisare che nella sezione soste non troverete solo camping e aree di sosta ma sopratutto parcheggi gratuiti ove poter sostare semplicemente per una veloce visita alla attrazione turistica, oppure ove poter pernottare in tranquillità senza essere ne troppo isolati ne troppo in mezzo alla confusione: tutte le segnalazioni sono da ritenersi soggettive e vi preghiamo di segnalare ogni variazione. Per qualsiasi dubbio...chiedete:
info@robadacamper.com