EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Filtro

select

Weekend in veneto

Verona e Borghetto primo week end di primavera

Sulla scia del film visto da poco “ Letters to Juliet”  finalmente riusciamo a visitare Verona. Partiamo come di consueto il venerdì sera e arriviamo dopo cena a Verona sistemandoci nella comoda area di Porta Palio. CastelvecchioDormiamo tranquilli in quanto l’area è distante dall’anello di circonvallazione della città. Il mattino nonostante il cambio di ora alle 8.30 siamo già per strada. Potete scegliere se prendere l’autobus n.62 di cui trovate la fermata subito fuori l’area di sosta oppure se fare una passeggiata che in 10 minuti vi porta in centro. Optiamo per la passeggiata complice la bella giornata, attraversiamo Porta Palio e proseguiamoListon giungendo in breve a Castelvecchio: attraversiamo il ponte e costeggiamo l’Adige dirigendoci poi verso l’Arena. In pochi minuti arriviamo davanti l’Arena e dopo aver usufruito di alcune informazioni presso l’ufficio del turismo che si trova in Via Alpini ovvero uno dei lati della piazza Bra’ di fianco il Palazzo della Gran Guardia.  Passeggiamo  percorrendo il famoso Liston poi intorno all’Arena e imbocchiamo via Mazzini  ( il Balcone di Giuliettacorso principale) che porta verso Piazza delle Erbe. In fondo a Via Mazzini trovate sulla destra la casa di Giulietta , mentre sulla sinistra la bellissima Piazza delle Erbe: questa parte è il cuore della zona a mio parer più affascinante. Ben ordinate pulite le strade ricche di edifici storici affrescati e non. Sull’entusiasmo di questa bella piazza decidiamo di salire sulla Torre dei Lamberti che si trova di fianco la Loggia del Consiglio. Con 4, 5 € si salePiaza Erbe in ascensore per poi proseguire per circa una cinquantina di gradini fino al primo stadio ( quello più bello) dopo di che si può salire per una altra settantina di gradini sino alla cima da cui però la visuale è parzialmente oscurata da una rete morbida di protezione.  Merita la ascesa per godere di una bella veduta della sottostante Piazza Erbe, ma anche di una visione di insieme a 360 gradi della città e delle sue colline. Continuiamo a gironzolare passando da Santa Anastasia arrivando  fino al Duomo per poi  arrivare a Ponte Pietra. Qui di fronte avete possibilità di vedere il teatro Romano e di salire al Belvedere di Piazza Erbe dalla torre LambertiCastel San Pietro.  Essendo ora di pranzo ci dirigiamo verso l’ osteria  del Duca (di fianco la casa di Romeo) consigliataci da alcune persone sul forum  presso cui potete mangiare un menu’ della tradizione Veronese a 16 € bevande escluse che comprende un primo e un secondo a scelta tra piatti tutto sommato abbastanza particolari per lo più a base di carne di cavallo. Gli ingredienti non sono di certo  di qualità elevatissima ma nel complesso per il prezzo che si paga è un buon compromesso per chi non voglia spendere troppo.  MiOsterie raccomando prenotate dato che il servizio è molto veloce ed effettuano due turni. Comunque devo dire che in questa stessa zona trovate tutte le osterie più caratteristiche che propongono menù a prezzi economici (cosa inaspettata per una città così internazionalmente turistica) e per lo più in ambientazioni accoglienti e particolari. Dopo pranzo ci concediamo una pausa in un piccolo parco e ci crogioliamo al sole seduti su una panchina mentre i bimbi giocano e corrono nel prato. Riattraversiamo il Ponte di  Pietra per dare una sbirciata al Teatro Romano salendo verso il belvedere di Castel San Pietro: merita davvero salire lungo gli scalini che Belvedere Castel San Pietrointravedete oltre il ponte. Dall’alto potrete godere di una veduta magnifica accarezzati da una piacevolissima brezzolina. La giornata è stata davvero appagante e Verona è davvero una città ricca di angoli suggestivi e tutto sommato a misura d’uomo. Potrete girare comodamente a piedi o in bici orientandovi facilmente. Ritorniamo sui nostri passi riattraversando le vie centrali in direzione del camper per una meritata doccia, per puoi muoverci in direzione Borghetto sul Mincio. L’area parking Viscontea è piena, perciò ci sistemiamo nel grande parcheggio di fronte ove già sostano numerosiBorghetto camper. Impareremo il mattino seguente dall’addetto ai parcometri che da una settimana ha aperto un agricampeggio poco distante. Dormiamo immersi nella quiete della campagna circostante e il mattino inforchiamo le bici e via verso Peschiera. Dal parcheggio potete attraversare Borghetto e uscendo dal lato opposto incrocerete la ciclabile che collega Mantova con Peschiera in circa 45 km. La ciclabile è adatta a tutti totalmente in piano lungo l’argine del fiume. Ci godiamo la piacevole passeggiata sino a Monzambano ove troviamo anche di domenica un supermercato aperto per Borghettodue acquisti, per poi rientrare per pranzo al camper. Il pomeriggio lo dedichiamo ad assaporare la piacevole atmosfera rilassata del piccolo borgo: potrete dar da mangiare ad alcuni cigni che nuotano nel fiume o mostrare ai bambini i mulini che trovate lungo le strette viuzze. Volendo potete salire anche al castello Visconteo che domina borghetto dall’alto, ma avendolo già raggiunto in altra  occasione ci asteniamo dal farlo. Altra attrattiva nei dintorni è costituita dal Parco Sigurtà che si trova salendo i 2 tornanti a Valeggio sul Mincio. Nel complesso è stato il primo piacevolissimo week end di primavera dell’anno, di certo un facile itinerario adatto a tutti.

November Porc: Zibello e dintorni

Un assaggio autunnale della bassa parmense con il November Porc a Zibello e una piccola sosta a Roccabianca e Colorno. Leggi il diario

Rafting in Val di Sole

Week end in val di sole : camminate e rafting per tutta la famiglia: leggi i dettagli

Ravenna e i suoi mosaici

Una scorpacciata di mosaici vecchi 1500 anni. Ravenna, una piacevole sorpresa. Leggi il diario

Alsazia minore e Lucerna per Pasqua

Un viaggio alla scoperta di cio che dell'Alsazia ci mancava. Cicogne, case a graticcio e grandi vini.Leggi il diario
Barr

Grossglockner e salisburghese che non ti aspetti

Un viaggio di quattro giorni alla scoperta della montagna più alta di Austria e di bellezze del salisburghese.

leggi il diario

Alla Scoperta di Borghi Friulani

Fine settimana che doveva essere all'insegna dello sci ma viste le pessime condizioni del tempo e della neve decidiamo di dirottarci su due borghi Friulani veramente carini e accoglienti.    leggi il diario

Le nostre soste

Ci teniamo a precisare che nella sezione soste non troverete solo camping e aree di sosta ma sopratutto parcheggi gratuiti ove poter sostare semplicemente per una veloce visita alla attrazione turistica, oppure ove poter pernottare in tranquillità senza essere ne troppo isolati ne troppo in mezzo alla confusione: tutte le segnalazioni sono da ritenersi soggettive e vi preghiamo di segnalare ogni variazione. Per qualsiasi dubbio...chiedete:
info@robadacamper.com