EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Filtro

select

Weekend in toscana

Week end in Garfagnana: Pisa, Lucca e il tartufo di San Miniato

Finalmente dopo tanto tempo mettiamo in atto il programma per Pisa e Lucca che sono città che non conosciamo: partiamo e decidiamo di fermarci per la notte a San Miniato Alto ove abbiamo intenzione l’indomani di fare una passeggiata in occasione della Mostra del Tartufo bianco di San Miniato. Ci fermiamo nel San Miniatoparcheggio che avevamo già sperimentato in altra occasione e che credo sia l’unica alternativa comoda in paese e ci addormentiamo dopo una bella fetta di torta in compagnia. Il mattino seguente ci svegliamo con una bella giornata di sole e una temperatura primaverile , forse ultimo barlume di caldo essendo l’inverno alle porte, ci dirigiamo verso il centro; San Miniato alto si snoda in una forma longitudinale e purtroppo ha l’inconveniente di non avere ne marciapiedi ne spazi ove poter passeggiare comodamente, ma si è costretti ad attraversare il borgo “ in mezzo alla strada”. Cominciamo a vedere i primi banchetti di prodotti San Miniatoenogastronomici; proseguiamo sino alla cattedrale, saliamo lungo la scalinata che porta alla piazzea sottostante la torre medioevale. Qui troviamo l’unico stand ove vi è in vendita il famoso tartufo ( negli altri in tutto il paese sono in vendita solo altri prodotti collaterali). Ovviamente decidiamo di fare acquisti per allestire un succulento pranzo in camper: acquistiamo dai formaggi pecorini, al miele al tartufo, salsicce fresche e stagionate al tartufo o di cinghiale, gorgonzola di capra dopo aver fatto vari assaggi e ovviamente anche tre bei tartufini bianchi. Il paese è raccolto e non è nulla di trascendentale, ma offre comunque alcuni scorci molto belli come la piazza con la bella facciata decorata del palazzo del Seminario vescovile. Di San Miniatomattino presto stanno ancora allestendo i banchetti e i venditori hanno un po’ più tempo da dedicarci per i nostri assaggi in quanto a partire dal pomeriggio o di domenica ci confermano essere presi d’assalto da una bolgia infernale di turisti. Peccato solo che in paese non vi siano marciapiedi e tutto il paese si snodi lungo una unica direttrice principale un po’ trafficata. Gironzoliamo un po’ facendo assaggi  qua e la per poi rientrare al camper per un bel pranzetto in compagnia. Dopo un pranzo davvero luculliano a base di crostini, formaggi salumi e l’immancabile tagliatella al tartufo, ci spostiamo a Pisa ove facilmente troviamo la Pisacomoda area attrezzata gestita dal locale club di camperisti: sicuramente non economica ma molto comoda per la piazza dei Miracoli che dista 800 metri percorribili su marciapiede o ciclabile. Paghiamo la sosta per 3 ore e ci dirigiamo verso il clou della città. Davvero magnifica la veduta della piazza che si nasconde dietro le mura. Comincia a spegnersi il forte contrasto tra il  verde del ben curato prato contro il bianco delle facciate della torre della cattedrale e del battistero, per lasciare la scena alla calda luce del tramonto che tinge tutto di un colore arancione-rossastro. L’impatto scenico della piazza è davvero magnifico e la visione del complesso davvero emozionante. Passeggiamo verso la torre e scopriamo che si sale solo a turni ogni 30 minuti Pisacirca ( la visita dura 30 minuti e costa 15 €): davvero notevole immaginare la cifra che la torre raccoglie in una giornata intera di apertura in alta stagione, e del resto non si fa fatica a credere data la folla di turisti e la fitta presenza di venditori di allucinanti souvenir che evidentemente vengono acquistati per lo più dai molti stranieri che vengono davvero da ogni parte. Decidiamo di non salire , ed entriamo nella cattedrale la cui visita invece è gratuita: davvero spettacolari gli interni con il soffitto a cassettoni e le volte affrescate. Davvero un edificio stupendo fuori ma soprattutto dentro. LuccaComincia a scendere l’oscurità e comincia ad arrivare un po’ di umidità perciò non avendo i bimbi in grande forma  decidiamo di non arrivare sul lungo Arno ma di rientrare al camper ove in attesa dei nostri amici ne approfittiamo per fare docce e aerosol ai bimbi. Ci spostiamo per cena a Lucca nella comodissima area attrezzata completamente automatizzata. Cena e nanna presto. Il sole ci accompagna anche l’indomani anche se con una arietta frizzante che comunque si dissolverà nel corso della giornata lasciando il posto ad una temperatura completamente primaverile. L’area dista circa 800 metri dalle mura: le attraversiamo e Luccaproseguiamo sempre dritto sino alla Piazza Napoleone: incentro trovate anche un percorso turistico segnalato da cartelli che indicano le varie tappe. Andiamo un po’ a zonzo oltrepassando il bellissimo Duomo di San Martino, per poi percorrere via Santa Croce sino alla imponente porta che si affaccia sul piccolo canale che cinge questo lato della città. Rientriamo e arriviamo alla Torre Guinigi sulla  cui cima  saliamo ( le scale sono larghe e comode a parte le ultime due rampe) e da cui si gode una magnifica veduta della città soprattutto in una bella giornata soleggiata Luccacome oggi. Sulla cima della torre crescono alcuni alberelli che con le loro chiome offrono della torre una immagine davvero buffa. Consiglio davvero di salire sulla cima ( costo del biglietto 3,5 € intero e 2,5 € ridotto , oppure biglietto cumulativo con la Torre delle ore 5 €). Da qui in pochi minuti si giunge ad un altro dei luoghi caratteristici di Lucca, la Piazza dell’anfiteatro con la sua forma ovale e i palazzi con le facciate ben tenute a farvi  da contorno. Il caldo sole invoglia ad una sosta in uno dei tavolini dei bar  della piazza ma essendo ora di pranzo decidiamo di andare a cercare un ristorante: ne troviamo molti di quelli recensiti su un famoso sito internet chiusi e alla fine ci accomodiamo da Sergio che si trova in piazza Bernardini: piatti casalinghi in una atmosfera molto semplice, non ne rimaniamo entusiasmati, ma senza dubbio il prezzo è ben rapportato alle pietanze. Dopo pranzo facciamo ancora due passi per il Luccacentro che offre altre belle vedute come San Michele in foro e la sua piazza: prima di uscire dal centro saliamo sui bastioni ove vi è una bella pedonale ben esposta al sole e a malincuore torniamo ai camper essendo giunta l’ora del rientro. Anche questo week end è giunto al termine ma è stato davvero piacevole. Su tutto bellissima la piazza dei Miracoli, peccato non aver visto altro di Pisa, ma anche Lucca ci è piaciuta molto con la sua buffa torre: qui torneremo magari con le biciclette che di certo potrebbero essere comode per visitarne tutti gli scorci che risultano essere distribuiti un po’ in tutto l’ampio centro storico che è comunque ordinato e pulito. Una piacevolissima visita!  

November Porc: Zibello e dintorni

Un assaggio autunnale della bassa parmense con il November Porc a Zibello e una piccola sosta a Roccabianca e Colorno. Leggi il diario

Rafting in Val di Sole

Week end in val di sole : camminate e rafting per tutta la famiglia: leggi i dettagli

Ravenna e i suoi mosaici

Una scorpacciata di mosaici vecchi 1500 anni. Ravenna, una piacevole sorpresa. Leggi il diario

Alsazia minore e Lucerna per Pasqua

Un viaggio alla scoperta di cio che dell'Alsazia ci mancava. Cicogne, case a graticcio e grandi vini.Leggi il diario
Barr

Grossglockner e salisburghese che non ti aspetti

Un viaggio di quattro giorni alla scoperta della montagna più alta di Austria e di bellezze del salisburghese.

leggi il diario

Alla Scoperta di Borghi Friulani

Fine settimana che doveva essere all'insegna dello sci ma viste le pessime condizioni del tempo e della neve decidiamo di dirottarci su due borghi Friulani veramente carini e accoglienti.    leggi il diario

Le nostre soste

Ci teniamo a precisare che nella sezione soste non troverete solo camping e aree di sosta ma sopratutto parcheggi gratuiti ove poter sostare semplicemente per una veloce visita alla attrazione turistica, oppure ove poter pernottare in tranquillità senza essere ne troppo isolati ne troppo in mezzo alla confusione: tutte le segnalazioni sono da ritenersi soggettive e vi preghiamo di segnalare ogni variazione. Per qualsiasi dubbio...chiedete:
info@robadacamper.com