EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Filtro

select

Weekend in veneto

Soave e il suo vino: week end plein air Bandiera Arancione

Rieccoci per l’ormai consueto appuntamento con il week end dedicato al mondo del plein air dei paesi bandiera arancione: quest’anno tra tutti i programmi ricevuti abbiamo scelto Soave. Per la prima volta siamo un gruppetto numeroso di amici. Arriviamo in loco il Comune di Soavevenerdì sera presso l’area di sosta che conoscevamo già e che avevamo sfruttato in altre occasioni: davvero una bella area camper e un plauso va fatto all’amministrazione comunale  che capitanata dal sindaco Gambaretto Lino ex campeggiatore ha realizzato tale spazio, confidando potesse essere un valido strumento per potenziare l’offerta turistica. Ci sistemiamo e facciamo due chiacchiere con gli amici bevendo un buon bicchiere di sidro della Normandia. Il mattino seguente  gli organizzatori sono presenti in loco di buon’ ora : ci prepariamo e ci dirigiamo al punto di ritrovo presso l’ufficio turistico. Splendida la giornata di sole come ottima l’accoglienza riservataci con il solito pacco di benvenuto ricco di materiale informativo , una buona bottiglia di Soave classico e una confezione di Vialone Nano di una locale Centro storicorisiera. Attendiamo gli ultimi arrivi nell’attiguo parco giochi e partiamo per la visita guidata del paese costeggiando la cerchia di mura ancora ben intatta. Giungiamo alla Porta Aquila che guarda verso nord ove abbiamo l’occasione di dare una sbirciata al “ covo “ della locale associazione degli Alpini che sono già al lavoro per prepararci il pranzo. Una bellissima cantina arredata in stile osteria con le pareti che trasudano storia attraverso i numerosi cimeli e foto appese. Proseguiamo uscendo dalle mura fino a San Rocco lungo la strada che porta al castello, ove riceviamo il saluto del Sindaco e dell’assessore al turismo; ci raccontano del grande impegno profuso dalla Risottata in comuneamministrazione e dai Soavesi per mantenere una città ordinata , pulita e ben conservata: senza dubbio da un primo impatto le loro parole non possono che essere confermate dalla realtà. Dopo la proiezione di un breve filmato torniamo sui nostri passi per rientrare nelle mura ove abbiamo possibilità di vedere il bel palazzo sede de comune per poi fermarci nell’ampio cortile ove hanno già apparecchiato per noi sotto il loggiato. Bellissima  la location, ma soprattutto ottimo il pranzo offerto su una tavola apparecchiata con semplicità, ma con i calici addirittura di vetro per degustare l’orgoglio del paese : il mitico Soave classico. le muraGustiamo l’ottimo risotto tipico, e gli ottimi salumi offertici , e degustiamo 5 tipi diversi di Soave classico. Davvero 10 e lode per questa calda e simpatica accoglienza: di contro il popolo camperista ricambia dando piena soddisfazione agli alpini che hanno preparato il pranzo , e facendo sorgere il sospetto che in quanto a bere questi camperisti , siano tutti un po’ alpini! Dopo pranzo rientriamo ai camper per un attimo di riposo per poi ritrovarci più tardi per il proseguo della visita al centro storico tutto raccolto sotto il castello. Apprezzabile la pulizia delle strade e la tranquillità che si respira in una atmosfera un po’ di paesedegustazione in cantina rurale di provincia. A seguire visitiamo la bella cantina di Soave in borgo Rocca Sveva: in effetti ci avevano anticipato essere un luogo davvero particolare. Entriamo nella stanza ove riposano le barriques e i tonon  per poi proseguire lungo un corridoio in cui è ben percepibile il fresco dovuto ad un alto tasso di umidità. Scopriamo che questi corridoi  vengono climatizzati naturalmente essendo scavati all’interno della roccia della montagna tanto che ad una estremità possiamo vedere la parete rocciosa grondante di acqua che scivolando crea le classiche concrezioni calcaree tipiche delle grotte. Tutta la volta è protetta da una enorme grondaia a soffitto che convoglia l’acqua di percolamento verso  questa estremità ove è posta una vasca di raccolta. Proseguiamo in un altro corridoio il cui soffitto è cena con vistaricoperto dalle travi tagliate di vecchie botti e che ci accompagna mostrandoci la stanza ove avviene l’imbottigliamento automatizzato. Infine ci viene offerto un assaggio nella bella corte della cantina a fianco il wine shop ove ovviamente facciamo acquisti. Rientriamo ai camper per una bella cena in compagnia sotto le stelle, con vista del magnifico castello illuminato in lontananza. La giornata è stata intensa e dopo  una fetta di crostata e quattro chiacchiere in compagnia andiamo a dormire. Il giorno seguente il sole continua a splendere e alle 9.30 siamo tutti pronti con la simpaticissima guida dell’associazione amici delle Torri  che ci accompagna lungo un percorso naturalistico che sale sul colle dietro il castello in una zona ricca di fossili intrappolati nei sassi con cui in passato erano stati edificati muretti a secco di divisione dei confini, per poi scendere in mezzo alle vigne dei famosi e pregiati vini locali. Gustiamo qualche chicco delle dolci uve passeggiando per questi sentieri immersi tra le vigne e da cui si gode una bellissimatra le vigne veduta delle colline circostanti ricoperte da verdi vigneti a perdita d’occhio. Scendiamo verso il castello e ci fermiamo di fianco ad esso ove nella piccola area picnic i gentili amici dell’associazione ci offrono la degustazione di un ottimo formaggio Baldo  nelle due forme fresco e stagionato, di una saporita soppressata locale, del famoso pane soave, il tutto accompagnato dall’ottimo vino prodotto dalla nostra guida. Davvero piacevole e rilassante questa bella passeggiata che di certo non avremmo mai fatto in occasione di una visita fai da te. Rientriamo ai camper per qualche ora di riposo meritato fino all’ora in cui è prevista la visita al castello di Soave. Avendo al seguito bambini e donne in cinta decidiamo di muovere i camper parcheggiando nel piccolo parcheggio a fianco il castello che il castelloperò è aperto solo nelle ore di apertura dello stesso. Il castello presenta una bella struttura concentrica ben conservata: nel cortile centrale visitiamo le poche stanze presenti con i soffitti a cassettoni e saliamo sulle mura da cui è possibile godere una bella veduta del paese che da sola merita la visita. La cerchia di  mura ben conservata con le sue torri orlate da merletti  tiene raccolto al suo interno il centro cittadino rendendo una visione di insieme molto bella. Scendiamo per concederci un ultimo gelato prima diveduta dal castello partire e per la via principale apprezziamo il passeggio domenicale come spesso usa nei piccolo paesi. Davvero un bellissimo week end complice il bel tempo , ma soprattutto l’ottima organizzazione dell’ufficio turistico  che ci ha offerto la possibilità di approfondire la visita del bel borgo fortificato, accorpando una accoglienza davvero esemplare. Anche per Soave la  conferma  che il riconoscimento del Touring club è assolutamente meritato, in particolar modo per noi camperisti di certo ben accetti tra queste mura. Dal lato nostro è stata la dimostrazione che molte amministrazioni dovrebbero notare ,che il nostro turismo continuo in tutti i week end dell’anno rappresenta un notevole introito per le attività commerciali locali , e un ottimo veicolo di popolarità. Davvero grazie a chi ci ha accolti, e un arrivederci al prossimo anno in questa data che per noi si conferma essere un appuntamento fisso.

November Porc: Zibello e dintorni

Un assaggio autunnale della bassa parmense con il November Porc a Zibello e una piccola sosta a Roccabianca e Colorno. Leggi il diario

Rafting in Val di Sole

Week end in val di sole : camminate e rafting per tutta la famiglia: leggi i dettagli

Ravenna e i suoi mosaici

Una scorpacciata di mosaici vecchi 1500 anni. Ravenna, una piacevole sorpresa. Leggi il diario

Alsazia minore e Lucerna per Pasqua

Un viaggio alla scoperta di cio che dell'Alsazia ci mancava. Cicogne, case a graticcio e grandi vini.Leggi il diario
Barr

Grossglockner e salisburghese che non ti aspetti

Un viaggio di quattro giorni alla scoperta della montagna più alta di Austria e di bellezze del salisburghese.

leggi il diario

Alla Scoperta di Borghi Friulani

Fine settimana che doveva essere all'insegna dello sci ma viste le pessime condizioni del tempo e della neve decidiamo di dirottarci su due borghi Friulani veramente carini e accoglienti.    leggi il diario

Le nostre soste

Ci teniamo a precisare che nella sezione soste non troverete solo camping e aree di sosta ma sopratutto parcheggi gratuiti ove poter sostare semplicemente per una veloce visita alla attrazione turistica, oppure ove poter pernottare in tranquillità senza essere ne troppo isolati ne troppo in mezzo alla confusione: tutte le segnalazioni sono da ritenersi soggettive e vi preghiamo di segnalare ogni variazione. Per qualsiasi dubbio...chiedete:
info@robadacamper.com