EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Filtro

select

Weekend in veneto

Sappada, sci e carnevale febbraio 2010

Partiamo per un week end allungato di relax sulla neve in un posto a cui ambivamo da tempo e di cui avevamo sentito parlare molto: Sappada. Arriviamo in tardo pomeriggio nella località che scopriamo essere un paese Bandiera Arancione. Troviamo facilmente il parcheggio riservato ai camper, ci sistemiamo allacciando anche l’attacco elettrico in un presa lasciata funzionante dal precedente utilizzatore, e andiamo a far due passi in paese che dista solo 100 metri. All’ufficio del Quota 1600turismo prendiamo informazioni , facciamo gli skipass per il giorno seguente, dopo di che passeggiamo per la via principale del paese, per poi tornare per una cenetta tranquilla in camper. Il paesino è molto vivo, ricco di negozi , vicinissimo all’area camper che si trova in una zona molto tranquilla e panoramica e che tra l’altro si rivelerà essere completamente al sole . La mattina seguente dopo una notte trascorsa immersi nel silenzio di queste montagne partiamo per una giornata di sci. Comodissimo il campetto scuola che dista poche centinaia di metri dall’area, 4 skylift e di fianco il famoso Nevelandia: un grande parco sulla neve a ingresso gratuito con attrazioni a pagamento tra cui gonfiabili, pista per gommoni , slittini, quad…. Sempre vicino la partenza del trenino gratuito che costeggiando le piste da fondo e il torrente ti porta alla partenza della seggiovia di Pian dei Nidi ove si trovano una altra parte delle piste di varia difficoltà ma sempre molto adatte a bambini e principianti. I panorami sono stupendi e la bellissima giornata di sole rende tutto magico, completata dalla completa vivibilità delle piste per nulla affollate: la accoglienza di questo paese la ritroviamo anche nella gentilezza degliSappada addetti agli impianti che per il carnevale si sono anche travestiti, e nella animazione svolta da ragazzi in maschera che incontriamo sulle piste che regalano adesivi ai bambini e promuovono le attività della proloco tra cui serate con baby dance, cabaret e altro. Trascorriamo la giornata sulle piste pranzando in un rifugio a quota 1600 metri, dopo di che rientriamo verso il camper godendo ancora degli ultimi raggi di sole presso Nevelandia ( ove dopo le 16 ancora per circa 30 minuti riuscirete a entrare nella zona gonfiabili senza pagare). Facciamo due passi anche verso il centro ove si aggirano per le strade le tradizionali maschere del luogo ( pelliccioni marroni voluminosi con maschere umane di legno che sono vere e proprie opere d’arte, il tutto completato da un foulard bianco al collo e due campanacci tondi legati in vita e dai pantaloni tradizionali a le mascherestrisce: una delle borgate del paese si prepara al carnevale del giorno successivo. A questa ora si riversano per le strade i turisti che dopo una giornata di sci si concedono una bevanda calda in una delle pasticcerie del paese o un aperitivo in una delle tipiche stube in cui forse in occasione del sabato troviamo anche musica dal vivo. La giornata è stata intensa e dopo cena il tempo per alcuni giochi e poi a nanna. Dedichiamo la mattina seguente ancora allo sci sempre accompagnati da un cielo limpido e da una temperatura mite, mentre il pomeriggio ci rechiamo in borgata Granvilla ove nella piazzetta del rione si affolla la moltitudine in occasione del tradizionale carnevale ( si svolge secondo la tradizione in tre giornate in 3 borgate differenti a seconda delle diverse classi sociali): distribuzione di dolci tipici e vin brulè a offerta libera, una piccola orchestra in abiti tradizionali suona dal terrazzino in legno di una abitazione , mentre gli animatori travestiti con le tradizionali maschere di legno lungo Piavecoinvolgono scherzosamente il pubblico. L’atmosfera è molto raccolta ma molto piacevole. Ci spostiamo per una passeggiata lungo il torrente per un bellissimo sentiero innevato che parte a fianco della segheria; i bimbi anno modo di giocare e rotolarsi nella neve che è davvero copiosa. Davvero una passeggiata molto rilassante. Rientriamo per merenda in camper per consumare degli ottimi bomboloni acquistati in una pasticceria che ne faceva sfoggio in vetrina: davvero tra i più buoni mai mangiati. Ormai è ora di prepararci al rientro che avverrà senza intoppi. Sappada è stata davvero una piacevole scoperta: un paese che offre una comodissima sistemazione per i camper, per chi scia, offrendo piste di diversi livelli ma nel complesso facili e molto larghe , ma anche per chi non scia e cerca semplicemente un paese attrezzato di ogni servizio ma immerso nella natura più completa.


November Porc: Zibello e dintorni

Un assaggio autunnale della bassa parmense con il November Porc a Zibello e una piccola sosta a Roccabianca e Colorno. Leggi il diario

Rafting in Val di Sole

Week end in val di sole : camminate e rafting per tutta la famiglia: leggi i dettagli

Ravenna e i suoi mosaici

Una scorpacciata di mosaici vecchi 1500 anni. Ravenna, una piacevole sorpresa. Leggi il diario

Alsazia minore e Lucerna per Pasqua

Un viaggio alla scoperta di cio che dell'Alsazia ci mancava. Cicogne, case a graticcio e grandi vini.Leggi il diario
Barr

Grossglockner e salisburghese che non ti aspetti

Un viaggio di quattro giorni alla scoperta della montagna più alta di Austria e di bellezze del salisburghese.

leggi il diario

Alla Scoperta di Borghi Friulani

Fine settimana che doveva essere all'insegna dello sci ma viste le pessime condizioni del tempo e della neve decidiamo di dirottarci su due borghi Friulani veramente carini e accoglienti.    leggi il diario

Le nostre soste

Ci teniamo a precisare che nella sezione soste non troverete solo camping e aree di sosta ma sopratutto parcheggi gratuiti ove poter sostare semplicemente per una veloce visita alla attrazione turistica, oppure ove poter pernottare in tranquillità senza essere ne troppo isolati ne troppo in mezzo alla confusione: tutte le segnalazioni sono da ritenersi soggettive e vi preghiamo di segnalare ogni variazione. Per qualsiasi dubbio...chiedete:
info@robadacamper.com