EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Filtro

select

Weekend in piemonte

Orta San Giulio e dintorni

Il lago d’Orta, una delle mete più attese che avevamo in progetto: si pensava ad un primo sole sul lago, ma il meteo si è rivelato inclemente. Ciononostante partiamo il giovedì sera per un week end lungo, avendo in programma l’incontro con l’amico Gianni per fare un paio  dio modifiche tecniche al camper…”on the road”! Dopo un ottimo pranzo a base di spatzle della Elsa ci dirigiamo verso il lago. Ci sistemiamo nella comodissima area sul Sacro Monte a Orta: una sistemazione ideale, comoda tranquilla e gratuita ( in alternativa qui). Approfittiamo Sacro Montedel meteo che si mantiene discreto per dirigerci in paese. Il sacro monte è costellato da piccole chiesette e pozzi che si nascondono in mezzo alla vegetazione tra viottoli lastricati. In cima al monte arriviamo ad una terrazza sul lago: il panorama ci lascia estasiati; possiamo ammirare l’isoletta di San Giulio accarezzata dalle increspature del lago prodotte dal passaggio di una piccola imbarcazione, e alle spalle maestosa sul costone di roccia, il Santuario della Madonna del Sasso che sembra vegliare su tutto  il lago. Scendiamo a veduta San Giulio dal Sacro Montepiedi lungo la strada acciottolata che dal monte porta a Orta: tra le ville con i giardini curati godiamo di scorci di rara bellezza. Finalmente ci affacciamo sul rettilineo che con una ripida discesa si butta nel lago. Su di esso si affacciano bellissime case con muri e finestre decorate da fregi e dipinti, con i tetti di ardesia e contorti glicini che si arrampicano verso il tetto. Sembra il tempo si sia fermato. Arriviamo nella piazza che da sul lago: il vecchio municipio la fa da padrone e sembra controllare lo scorrere delle attività dei piccoli negozietti che vi si affacciano. San Giulio fa da completamento alla piazza.Ortaal Boeuc. Ogni vicoletto che va verso il lago offre panorami che sembrano usciti da un libro illustrato. Ci concediamo Ortaun aperitivo prima di tornare per cena ai camper e trascorrere un piacevole dopo cena all’aria aperta gustando le leccornie che i presenti offrono. La mattina seguente il programma prevede la visita di San Giulio: anche se il tempo non è clemente ci imbarchiamo contrattando una tariffa agevolata con i famelici barcaioli della cooperativa privata. Sull’isola percorriamo in senso antiorario l’unica strada: il Monastero la fa da padrone offrendo all’esterno solo scorci dei suoi giardini interni; il campanile della basilica domina l’isola e Al Boeucsembra osservarci mentre ci addentriamo per le strette viuzze in cui risalta il colore verde del muschio che ricopre i muretti di pietra e il giallo di alcune stupende mimose. Anche la basilica offre degli interni veramente curati e particolari, compresa la piccola cripta in cui vi è il sarcofago argenteo di San Giulio. Dopo un’oretta siamo  pronti per tornare sulla terra ferma e andare a pranzo presso l’antica cantina Al Boeuc: una antica vineria con i muri in pietra, e pochissimi coperti in tutto. Il locale è molto accogliente e invitante soprattutto per gli amanti del vino, con le sue pareti cosparse da Ortabottiglie di ogni livello e i salumi tipici appesi al soffitto che fanno da cornice ad un bancone stracolmo di bicchieri e bottiglie. Qui dentro sembra veramente che il tempo si sia fermato! Per un paio d’ore veniamo coccolati dal gentilissimo gestore che ci fa assaggiare un po’ di Piemonte attraverso una carrellata di sapori veramente particolare in abbinamento a ottimi vini locali. In questa giornata uggiosa questa golosa pausa sarà meglio di un raggio di sole. Il maltempo non lascia tregua e passiamo il pomeriggio, dopo una passeggiata lungolago, a sonnecchiare in camper. L’indomani si parte per salire alla Madonna del Sasso ove sorge un Madonna del Sassobellissimo Santuario che domina il lago dalla cima di un dirupo a picco sulle acque dell’Orta:la veduta è veramente mozzafiato ed è impreziosita  e resa ancor più emozionante dalle basse nuvole che nascondo e scoprono gli scorci del lago; il parcheggio camper è molto comodo , peccato che il maltempo non ci permetta di goderne a pieno. Dopo pranzo , ci riproponiamo di tornare in futuro, e partiamo dirigendoci verso Omegna e Lago Maggiore: sulla strada del ritorno costeggeremo tutta la strada panoramica del lago.
In conclusione un week end condizionato dal maltempo ma che ci ha fatto scoprire uno dei borghi , a mio parere, più belli di quelli da me visitati. Non perdetevi qualche assaggio alla Enoteca Al Boeuc, e di sicuro completate il week end con una bella grigliata alla Madonna del Sasso. Torneremo prestissimo!

November Porc: Zibello e dintorni

Un assaggio autunnale della bassa parmense con il November Porc a Zibello e una piccola sosta a Roccabianca e Colorno. Leggi il diario

Rafting in Val di Sole

Week end in val di sole : camminate e rafting per tutta la famiglia: leggi i dettagli

Ravenna e i suoi mosaici

Una scorpacciata di mosaici vecchi 1500 anni. Ravenna, una piacevole sorpresa. Leggi il diario

Alsazia minore e Lucerna per Pasqua

Un viaggio alla scoperta di cio che dell'Alsazia ci mancava. Cicogne, case a graticcio e grandi vini.Leggi il diario
Barr

Grossglockner e salisburghese che non ti aspetti

Un viaggio di quattro giorni alla scoperta della montagna più alta di Austria e di bellezze del salisburghese.

leggi il diario

Alla Scoperta di Borghi Friulani

Fine settimana che doveva essere all'insegna dello sci ma viste le pessime condizioni del tempo e della neve decidiamo di dirottarci su due borghi Friulani veramente carini e accoglienti.    leggi il diario

Le nostre soste

Ci teniamo a precisare che nella sezione soste non troverete solo camping e aree di sosta ma sopratutto parcheggi gratuiti ove poter sostare semplicemente per una veloce visita alla attrazione turistica, oppure ove poter pernottare in tranquillità senza essere ne troppo isolati ne troppo in mezzo alla confusione: tutte le segnalazioni sono da ritenersi soggettive e vi preghiamo di segnalare ogni variazione. Per qualsiasi dubbio...chiedete:
info@robadacamper.com