EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Filtro

select

Weekend in umbria

Orvieto e lago di Bolsena: a zonzo per borghi antichi

La nostra prima uscita in solitaria da quando abbiamo il camper: il Natale è vicinissimo e molti sono blindati a casa per le consuete cene con familiari e parenti; per noi invece la voglia di andare è  troppa. Partiamo alla volta di Orvieto. Da subito incontriamo il primo imprevisto: coda 50 km prima di Ponte vecchioFirenze; approfittiamo per pranzare e ci fermiamo in una piazzola di sosta, ma una volta ripartiti scopriamo che la sosta non è stata sufficiente a smaltire la coda; decidiamo così una ulteriore fermata a Firenze e ne approfittiamo per una piacevole passeggiata per le vie del centro e attraverso il magico Ponte Vecchio; il sole è con noi ma l’aria è gelida ed avvicinandosi il crepuscolo torniamo al camper per riprendere il nostro percorso. Arriviamo a Orvieto in tarda serata e ci fermiamo nell’area sosta in via della direttissima, anche se a fianco scorgiamo un Orvietoparcheggio gratuito. L’area è subito fuori dalla partenza della funicolare che sale e ti scarica fuori il Pozzo di San Patrizio. L’indomani visitiamo il pozzo e ci immergiamo nelle viuzze di Orvieto che risulta essere molto molto caratteristica con i suoi antichi palazzi in pietra e le sue innumerevoli salumerie che vendono profumatissimi e speziatissimi salumi: ovviamente ne approfittiamo. Sorpresa ancor  più grande davanti a cui rimaniamo estasiati, la bellissima cattedrale che quasi abbaglia sotto la luce del sole. Merita solo lei la visita. Essendo periodo natalizio si può anche dare una sbirciata al presepe nel pozzo. Torniamo al camper per pranzo e ripartiamo nel primo pomeriggio arrampicandoci per le colline circostanti per Civita di Bagnoregiodirigerci verso Civita di Bagnoregio. Ci sistemiamo nella piazza appena entrati a Bagnoregio che è dotata di bagni pubblici in cui è consentita a pagamento (5 euro) la sosta camper.(in alternativa sosta ad alcuni km da qui) Essendo la sera della vigilia di Natale non vi è una anima in giro e nessuno reclama il pagamento che dovrebbe venir corrisposto al vicino benzinaio. Dormiamo in massima tranquillità e la mattina seguente siamo svegli prestissimo: o meglio la Martina ci sveglia tutti prestissimo, così dopo una ottima colazione, quando ancora fuori l’aria è tagliente usciamo e percorriamo la strada deserta che conduce a Civita “ la città che muore”. Ci si apre uno spettacolo sensazionale; il camminamento pedonale è sospeso tra i calanchi e il paese si staglia in mezzo alle colline: le viuzze del paese semidisabitato sono ricchissime di fascino e la veduta dai sui angoli è fenomenale. Gironzoliamo tra le case in pietra un po per poi tornare in camper. Il pomeriggio ci spostiamo verso il lago di Bolsena (molte possibilità di sosta)e approfittiamo della bellissima giornata di sole per fare il giro del Lago di Bolsenalago col camper: ci fermiamo a in un punto proprio a fianco al lago e  parcheggiando accanto alla riva consumiamo il nostro pranzo natalizio in compagnia di papere e cigni che gironzolano attorno al camper. Un piccolo riposino e poi ci rimettiamo in marcia avendo deciso in ultimo di dedicare il giorno di Santo Stefano ai parenti; ci dirigiamo così verso Sansepolcro per pranzare con i genitori e i parenti di Elena. Abbiamo trascorso un bellissimo we di tre giorni in giro per una zona che penso meriti di ritornarvi: di sicuro restano nella mente i buonissimi salumi comprati a Orvieto e consumati su una buona fetta di pane toscano, la facciata della bellissima cattedrale, ma soprattutto la magica Civita di Bagnoregio: veramente un itinerario consigliatissimo!

November Porc: Zibello e dintorni

Un assaggio autunnale della bassa parmense con il November Porc a Zibello e una piccola sosta a Roccabianca e Colorno. Leggi il diario

Rafting in Val di Sole

Week end in val di sole : camminate e rafting per tutta la famiglia: leggi i dettagli

Ravenna e i suoi mosaici

Una scorpacciata di mosaici vecchi 1500 anni. Ravenna, una piacevole sorpresa. Leggi il diario

Alsazia minore e Lucerna per Pasqua

Un viaggio alla scoperta di cio che dell'Alsazia ci mancava. Cicogne, case a graticcio e grandi vini.Leggi il diario
Barr

Grossglockner e salisburghese che non ti aspetti

Un viaggio di quattro giorni alla scoperta della montagna più alta di Austria e di bellezze del salisburghese.

leggi il diario

Alla Scoperta di Borghi Friulani

Fine settimana che doveva essere all'insegna dello sci ma viste le pessime condizioni del tempo e della neve decidiamo di dirottarci su due borghi Friulani veramente carini e accoglienti.    leggi il diario

Le nostre soste

Ci teniamo a precisare che nella sezione soste non troverete solo camping e aree di sosta ma sopratutto parcheggi gratuiti ove poter sostare semplicemente per una veloce visita alla attrazione turistica, oppure ove poter pernottare in tranquillità senza essere ne troppo isolati ne troppo in mezzo alla confusione: tutte le segnalazioni sono da ritenersi soggettive e vi preghiamo di segnalare ogni variazione. Per qualsiasi dubbio...chiedete:
info@robadacamper.com