EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Filtro

select

Viaggio in ungheria

Budapest in un ponte

Ponte di ottobre in occasione del patrono, dove si va? Ovviamente da parte dello zio Luccio arriva una proposta allettante: Budapest. Noi anticipiamo i tempi e partiamo con i nostri orari, attendendo più avanti gli altri; la sosta per la notte è prevista a Klagenfurt: sostiamo nel parcheggio del Minimundus affacciati sul lago e la mattina seguente ripartiamo alla volta di Budapest Il parlamentofermandoci solo per pranzare, fare rifornimento e acquistare la “vignetta” per l’ungheria. I giorni sono pochi perciò abbiamo deciso di dedicare tutti  i giorni a disposizione a Budapest. Appena entrati in territorio ungherese sembra di lasciare la società civile e si entra in una altra dimensione: campagne incolte nel riposo autunnale, paesini semideserti con vecchie case fatiscenti presso cui fanno capolino anziane signore vestite di nero: questa è una delle immagini che più mi è rimasta impressa della sconfinata campagna ungherese: lunghe statali semideserte costeggiate diVeduta sul fiume rado da piccolissimi raggruppamenti di case. Arriviamo così a Budapest  dove, attraversando il centro, andiamo a sistemarci al Romai camping: ad accoglierci un cancello chiuso e nessun altro; chiediamo ai due camper posteggiati all’interno, e ci dicono dove trovare la chiave; entriamo così e ci sistemiamo, ovviamente dove vogliamo, e ci prepariamo per uscire a cena; tranquilli voi che avete intenzione di andare in quel camping, prima o poi troverete qualcuno per  saldare il conto di quello che dicono essere forse il migliore dei camping della città, Il bastione dei pescatoriassolutamente in linea con lo standard dei camping dell’est: di sicuro la posizione è ottima: di fronte la fermata del trenino suburbano che in 1° minuti ti permette di scendere incentro lungo il fiume che separa Buda da Pest in un punto da cui potete godere di una splendida vista del Parlamento. Decidiamo di farci un giretto mentre cerchiamo un bel ristorantino: la vista del parlamento e del Ponte delle catene di notte è fantastica e ci mette solo voglia di essere già l’indomani per dedicarci alla visita della città. La temperatura è mite e anche dopo cena ci invita a restare fuori a goderci la città. La mattina seguente Il Parlamentoiniziamo con la visita di Buda: saliamo con la funicolare e gironzoliamo per le vie del quartiere del castello. Una moltitudine di turisti affolla le strade  curiosa tra le bancarelle di souvenir e dei pittori di acquarelli. Trascorriamo tutta la giornata nei pressi del castello passando per il bastione dei pescatori e visitando la bellissima cattedrale. Ci spostiamo con il bus per andare alla cittadella. I giorni seguenti, sempre assistiti dal tempo che si mantiene su temperature miti tali da permetterci il bermuda anche a sera, visitiamo tutti gli angoli di Buda, Il ponte delle catenesalendo sul campanile di Santo Stefano per una vista magnifica della città, la piazza degli eroi con il parco del millennio, le terme, il Parlamento, il mercato coperto, e le mille sorprese che riserva la città. Anche questa volta facciamo centro (almeno una volta) scovando un ottimo ristorantino nei pressi del Parlamento: Firkasz ( Tatra utca 18),  il locale fondato da due giornalista e dall’arredamento a tema riserva una ottima cucina a buon prezzo ( merita davvero). In città ci muoviamo molto comodamente con bus e tram e la posizione del nostro camping è molto comoda. Purtroppo a malincuore viene il momento di lasciare la città, ma la nostra visita per quanto breve è stata del tutto soddisfacente: magari la prossima volta dedicheremo un pomeriggio a bagno alle terme. Ripartiamo verso casa dirigendoci verso il Lago Balathon:Il castello di Otocec Peccato che ci troviamo a passare lungo il lago con l’oscurità. Decidiamo così che il famoso lago meriterà una visita in futuro. Per il ritorno proviamo così la strada attraverso Croazia e Slovenia. Consiglio vivamente questa strada : asfalto perfetto e nuovo e traffico nullo e in Slovenia il tratto mancante di autostrada è solo uno. Il viaggio di ritorno va via senza intoppi, pranzo al castello di Otocec (qui) davanti al fiume in piena e via riprendiamo verso casa conservando il ricordo dei paesaggi ungheresi e di una città dalle atmosfere veramente magiche. Consiglio vivamente un giro della città by night!

November Porc: Zibello e dintorni

Un assaggio autunnale della bassa parmense con il November Porc a Zibello e una piccola sosta a Roccabianca e Colorno. Leggi il diario

Rafting in Val di Sole

Week end in val di sole : camminate e rafting per tutta la famiglia: leggi i dettagli

Ravenna e i suoi mosaici

Una scorpacciata di mosaici vecchi 1500 anni. Ravenna, una piacevole sorpresa. Leggi il diario

Alsazia minore e Lucerna per Pasqua

Un viaggio alla scoperta di cio che dell'Alsazia ci mancava. Cicogne, case a graticcio e grandi vini.Leggi il diario
Barr

Grossglockner e salisburghese che non ti aspetti

Un viaggio di quattro giorni alla scoperta della montagna più alta di Austria e di bellezze del salisburghese.

leggi il diario

Alla Scoperta di Borghi Friulani

Fine settimana che doveva essere all'insegna dello sci ma viste le pessime condizioni del tempo e della neve decidiamo di dirottarci su due borghi Friulani veramente carini e accoglienti.    leggi il diario

Le nostre soste

Ci teniamo a precisare che nella sezione soste non troverete solo camping e aree di sosta ma sopratutto parcheggi gratuiti ove poter sostare semplicemente per una veloce visita alla attrazione turistica, oppure ove poter pernottare in tranquillità senza essere ne troppo isolati ne troppo in mezzo alla confusione: tutte le segnalazioni sono da ritenersi soggettive e vi preghiamo di segnalare ogni variazione. Per qualsiasi dubbio...chiedete:
info@robadacamper.com