EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Filtro

select

Viaggio in slovenia

Slovenia da Catez a Bled

Ponte del 1° maggio, diversi giorni a disposizione, uguale un bel viaggetto un po’ lontano da casa; dopo numerose variazioni decidiamo di andare in direzione Slovenia. Il viaggio inizia con la sosta notturna (qui) a Trieste dove sfortunatamente arriviamo tardi a causa dell’intenso traffico e non ci resta Triestenemmeno il tempo per una passeggiata serale; il lungomare è illuminato, e passando accanto alla piazza principale rimaniamo sbalorditi dall’effetto scenico: ci riproponiamo di ritornare per una visita alla città in un altro week end. L’indomani ripartiamo di buon ora assieme allo zio “Luccio” ormai consueto compagno dii viaggio per le nostre scorribande estere: il programma prevede la sosta per il pranzo e la visita al castello di Predjama, le cui foto casualmente avevo visto on line. Lungo l’autostrada sotto un violento nubifragio riconosco sul retro di un camper un nickname di cui Predjamaavevo letto su Camperonline; accendo il cb ed eccoci a far conoscenza di Stefano e famiglia che viaggiavano verso il lago di Bled. Giusto il tempo di effettuare insieme la visita al castello che già si sono convinti a seguirci fino alle Terme di Catez posticipando l’arrivo a Bled di qualche giorno. Il castello è straordinario visto da lontano; incastonato nella roccia sembra un tutt’uno con lo strapiombo. Gli interni spogliati dalle passate razzie non presentano aspetti di rilievo. Ripartiamo passando a fianco alle grotte di Postumja ma senza fermarci e ripartiamo in direzione Catez. Tappa di avvicinamento al monastero di KostanjevicaKostanjevica:(sosta qui) ora è stato trasformato in museo e galleria d’arte. La struttura è quella tipica di un convento con mura e cortile interno; passeggiamo per le stanze ammirando le sculture e i dipinti esposti. Ormai è tardo pomeriggio e decidiamo di muoverci verso le terme di Catez; subito ci rendiamo conto che aver prenotato non serve a nulla in quanto il campeggio è un grande prato inframezzato da vialetti di asfalto in cui chi prima arriva meglio alloggia: non esiste forma di controllo se occupi molto o poco spazio e spesso rischi di rimanere anche senza corrente. Poco importa dato che era previsto di passarvi solo una notte, ma di sicuro la prossima volta prenderemo in considerazione la sosta nell’enorme parcheggio fuori dal camping. Le terme sono bellissime; passiamo Catezl’intera giornata a mollo nell’acqua calda delle piscine interne con scivoli, vasche idromassaggio e tanto altro: anche il piccolo Lorenzo gradisce quel piacevole bagnetto caldo. Il luogo è abbastanza affollato e molti, soprattutto stranieri, coraggiosamente utilizzano anche la parte del parco ove vi sono le piscine e i giochi d’acqua all’esterno. Veramente un bellissimo posto che ti permette di passare intere giornate in acqua anche in caso di maltempo. Il pomeriggio gironzoliamo un po’ all’interno del complesso che ospita campeggio residence, hotel ristoranti e negozietti ,per poi ripartire in direzione Bled. Facciamo tappa a Kranji (sostiamo qui) , che leggiamo sulla guida essere uno dei paesini Kranjituristici più famosi della Slovenia alle pendici delle montagne. In lontananza si vedono delle cime innevate e nella luce del tardo pomeriggio gironzoliamo per le strade del paese e ci concediamo una cena tipica. A nostro giudizio il paese non ci ha stupito. Con lo stomaco pieno ripartiamo per raggiungere il camping Bled per la notte. La mattina un bellissimo sole primaverile ci mostra il lago di Bled (sosta qui) con il suo famoso isolotto in tutto il suo splendore. Prendiamo una delle tipiche barchette a remi per raggiungere l’isolotto in cui la leggenda impone di andare a suonare la campana dentro la chiesetta ed esprimere un desiderio. Ad accoglierci un cigno che cova le sue uova; l’isolotto propone degli scorci veramente incantevoli. A riva l’acqua è limpidissima e si riescono a vedere chiaramente una moltitudine di pesci di tutte le dimensioni. Per la gioia di Martina facciamo il giro del lago a bordo del trenino panoramico; una fetta di torta in pasticceria e ritorniamo al campeggio per pranzo. Il lago  e i   dintorni infondono una Lago di Bledtranquillità indescrivibile, e la giornata scorre piacevole e rilassante alla vista delle canoe che che solcano il lago e delle anatre che si pettinano le piume all’ombra di secolari alberi. Il camping gode della sua posizione straordinaria vista lago ed è veramente bello e ben tenuto. Pranziamo all’aperto e lasciamo scorrazzare i bimbi per il pomeriggio crogiolandoci al sole. L’indomani saliamo fino al castello che si vede chiaramente arroccato sopra una rupe a picco sul lago. Una coppia di sposi stanno facendo le foto per il loro album , guardiamo curiosi e ci godiamo la stupenda vista sul lago: da qui il panorama è bellissimo. Trascorriamo delle piacevolissime ora di relax nei dintorni del lago visitando anche il piacevole e tLago di Bledranquillo paesino animato da una moltitudine di turisti. Peccato che la vacanza sia ormai giunta alla conclusione; ripartiamo decidendo di spezzare il viaggio con una sosta a Grado. Parcheggio comodo (qui) , pranzo e passeggiata per un gelato sul lungomare. Ormai il pomeriggio è alla sua conclusione e a noi mancano ancora alcuni km perciò saliamo sui bisonti e riaccendiamo i motori. Un bellissimo ponte: il maestoso castello nella roccia , le bellissime terme di Catez luogo ideale di divertimento per grandi e piccini, ma sicuramente la cosa veramente da non perdere l’incantevole lago di Bled: non si riesce a parole a descrivere la tranquillità che infonde il luogo, vi posso solo dire: provatelo!

November Porc: Zibello e dintorni

Un assaggio autunnale della bassa parmense con il November Porc a Zibello e una piccola sosta a Roccabianca e Colorno. Leggi il diario

Rafting in Val di Sole

Week end in val di sole : camminate e rafting per tutta la famiglia: leggi i dettagli

Ravenna e i suoi mosaici

Una scorpacciata di mosaici vecchi 1500 anni. Ravenna, una piacevole sorpresa. Leggi il diario

Alsazia minore e Lucerna per Pasqua

Un viaggio alla scoperta di cio che dell'Alsazia ci mancava. Cicogne, case a graticcio e grandi vini.Leggi il diario
Barr

Grossglockner e salisburghese che non ti aspetti

Un viaggio di quattro giorni alla scoperta della montagna più alta di Austria e di bellezze del salisburghese.

leggi il diario

Alla Scoperta di Borghi Friulani

Fine settimana che doveva essere all'insegna dello sci ma viste le pessime condizioni del tempo e della neve decidiamo di dirottarci su due borghi Friulani veramente carini e accoglienti.    leggi il diario

Le nostre soste

Ci teniamo a precisare che nella sezione soste non troverete solo camping e aree di sosta ma sopratutto parcheggi gratuiti ove poter sostare semplicemente per una veloce visita alla attrazione turistica, oppure ove poter pernottare in tranquillità senza essere ne troppo isolati ne troppo in mezzo alla confusione: tutte le segnalazioni sono da ritenersi soggettive e vi preghiamo di segnalare ogni variazione. Per qualsiasi dubbio...chiedete:
info@robadacamper.com