EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Filtro

select

Viaggio in piemonte

Torino e le sue regge e Neive

Ponte dei  morti, ne approfittiamo per dedicarci ad una meta tralasciata da sempre: Torino e dintorni.  Ci muoviamo per il sabato mattina e giungiamo a destinazione in tarda mattinata: ci fermiamo poco fuori dalla residenza di caccia di Stupinigi ove trovate lungo il viale che conduce alla reggia possibilità di sosta ancheStupinigi per mezzi oversize con possibilità di pernottamento.  Pranziamo con amici bolognese e con un carissimo amico Torinese che ci accompagnerà questi giorni. Visitiamo la reggia che quest’oggi ospita anche una piccola mostra di auto d’epoca. Gli interni della residenza sono riccamente decorati, anche se le stanze sono un po’ spoglie di arredi. Facciamo un giretto per i giardini mentre tralasciamo l’immenso parco di caccia. Davvero da non perdere! Ci spostiamo nella periferia di Torino in serata , a Pavarolo ove parcheggiamo nel Stupinigipiccolo parcheggio antistante il cimitero ai piedi del piccolo borgo. Qui l’amico Massimo ci vuole portare in una trattoria tipica a gustare una specialità :il fritto misto alla piemontese. Dopo la doccia saliamo a piedi in centro al piccolo e anonimo borgo per cenare al “Ristorante dell’allegria da Maria”: sembra di entrare in una abitazione d’altri tempi, con il bancone bar che rievoca racconti dei nonni, e una credenza in legno con tanto di foto di famiglia sopra. Servizio e piatti casalinghi, di cui davvero consiglio la tartare di vitello e il mitico fritto misto alla piemontese un enorme piatto con salsicceGuido Gobino cervello, mela, semolino, porcini, melanzane e fettina di vitello tutto fritto alla perfezione. Assente la carta dei vini ma nulla da eccepire sulla cucina casalinga. Consigliamo di prenotare e di arrivare presto per non rischiare il protrarsi del servizio. Rientriamo ai camper immersi nella nebbiolina e andiamo a nanna. Il mattino seguente veniamo svegliati da un gruppo di cacciatori che hanno fatto di questo luogo il punto di ritrovo.  Facciamo colazione  e ci muoviamo verso Torino: l’area attrezzata Caio Mario è piena a causa delle festività, perciò lasciamo il camper poco fuori sul viale che circonda la Torinoarea sosta. Da qui attraversando la strada prendiamo il tram numero 4 che ci porta nel giro di venti minuti alla stazione di Porta Nuova: da qui a piedi in pochi minuti entrerete nella zona centralissima. Dedichiamo tutta la giornata a gironzolare per il centro che davvero offre molto: non entrerò nei dettagli in quanto credo che ognuno possa trovare punti di interesse per i propri gusti. Facciamo tappa all’angolo del museo Egizio ove una coda interminabile ci fa desistere dalla visita e ci concediamo una golosa sosta presso la famosa Cioccolateria Guido Gobino ove assaggiamo una degustazione di praline assortite e il famoso bicierìn. Davvero da non perdere! Trascorriamo tutta la giornataTorino passeggiando per il centro di Torino percorrendolo in lungo e largo dal Palazzo Reale , a piazza Castello, a piazza Vittorio Emanuele sino alla Mole Antonelliana. Davvero una piacevole giornata! A seguire decidiamo di spostarci verso Venaria Reale ove il giorno seguente abbiamo intenzione di visitare la reggia. Lungo la tangenziale cerchiamo di fare camper service ma senza fortuna poiché l’acqua è chiusa in tutte le aree in entrambi i sensi di marcia. Troviamo una fontanella in una piazzetta non lontana dalla reggia ove pernottiamo in Venaria Realetranquillità. Il mattino seguente spostiamo i camper nel parcheggio della reggia e ci accingiamo alla visita: consigliamo di arrivare presto in modo da non fare troppa fila per il biglietto. La reggia è bellissima  e di certo non necessita di descrizioni. Per pranzo usciamo e ci dirigiamo verso lo Juventus stadium che dista pochi km per soddisfare la curiosità dei bambini. Pranziamo e ci muoviamo rientrando verso casa ma facendo unaVenaria Reale tappa a Neive. Troviamo una splendida area attrezzata ove lasciamo i camper. Il paesino è davvero piccolo piccolo tutto arroccato sulla cima di una collinetta circondata da vigneti; una enoteca una torre e poco altro. Purtroppo il giorno seguente dobbiamo essere a casa per la cresima di Martina perciò a malincuore siamo costretti ad accorciare il ponte e rientrare a casa.

November Porc: Zibello e dintorni

Un assaggio autunnale della bassa parmense con il November Porc a Zibello e una piccola sosta a Roccabianca e Colorno. Leggi il diario

Rafting in Val di Sole

Week end in val di sole : camminate e rafting per tutta la famiglia: leggi i dettagli

Ravenna e i suoi mosaici

Una scorpacciata di mosaici vecchi 1500 anni. Ravenna, una piacevole sorpresa. Leggi il diario

Alsazia minore e Lucerna per Pasqua

Un viaggio alla scoperta di cio che dell'Alsazia ci mancava. Cicogne, case a graticcio e grandi vini.Leggi il diario
Barr

Grossglockner e salisburghese che non ti aspetti

Un viaggio di quattro giorni alla scoperta della montagna più alta di Austria e di bellezze del salisburghese.

leggi il diario

Alla Scoperta di Borghi Friulani

Fine settimana che doveva essere all'insegna dello sci ma viste le pessime condizioni del tempo e della neve decidiamo di dirottarci su due borghi Friulani veramente carini e accoglienti.    leggi il diario

Le nostre soste

Ci teniamo a precisare che nella sezione soste non troverete solo camping e aree di sosta ma sopratutto parcheggi gratuiti ove poter sostare semplicemente per una veloce visita alla attrazione turistica, oppure ove poter pernottare in tranquillità senza essere ne troppo isolati ne troppo in mezzo alla confusione: tutte le segnalazioni sono da ritenersi soggettive e vi preghiamo di segnalare ogni variazione. Per qualsiasi dubbio...chiedete:
info@robadacamper.com