EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Filtro

select

Viaggio in marche

Pasqua nelle marche: i borghi a ridosso del mare

Si parte per il mini ponte pasquale e siccome aspettiamo l’arrivo di amici decidiamo di fermarci, nella nostra discesa verso il mare e soprattutto verso il bel tempo, a Fano: sostiamo e trascorriamo tranquillamente la notte nella comoda area di  sosta (qui). L’indomani scopriamo essere davvero comoda per il centro storico: di buon Fanoora attraverso il ponticello sul canale e mi trovo  a ridosso delle mura. Entro in centro da via dell’Arco Augusto e dopo essermi lasciato alle spalle questa stupefacente parte della città ricca di elementi della cinta muraria, scopro che oggi (sabato) è giorno di mercato. Davvero esteso come mercato in quanto continua in piazze e viuzza laterali; con molto piacere noto che si respira una atmosfera davvero particolare, ma soprattutto che il centro in occasione del mercato diventa punto di ritrovo ( non so se sia così sempre) degli abitanti. Per chi abita al nord Italia soprattutto nelle città non piccolissime, ormai il mercato settimanale è diventato quasi come un articolo di antiquariato , e la frequentazione del centro storico da parte dei cittadini una  chimera: i centri cittadini sempre più Fanospesso son lasciati in uno stato di degrado e vengono frequentati per lo più da nullafacenti, spacciatori e persone che vivono di espedienti. Invece una moltitudine di persone gironzola per le bancarelle o si concede la colazione in una delle belle pasticcerie delle vie centrali.  Acquisto il pane e ritorno al camper fermandomi con i bambini ad osservare una mamma papera con 12 pulcini appena nati ( avranno pochi giorni) che la seguono in ordine sparso. Proprio in quell’istante anche uno scoiattolo scende da un albero per poi risalirvi  in fretta. Siamo stati davvero fortunati, e per i bambini questo incontro vale già tantissimo. Una volta che sono tutti pronti partiamo alla volta di Grottammare: l’area di sosta (qui) che conoscevo non è agibile , anzi la hanno ristrutturata e visti i servizi direi privatizzata, mentre una alternativa in sosta libera la potete trovare anche (qui) ma ovviamenteGrottammare siamo arrivati tardi, perciò pranziamo nell’immenso parcheggio accanto la ferrovia e a seguire ci concediamo un po’ di relax in spiaggia. Ancora la spiaggia non la hanno sistemata, ma abbiamo avuto modo di vederla in stagione e devo dire che vien tenuta molto bene sia a livello di pulizia che attrezzature. Verso tardo pomeriggio ci spostiamo lasciando i mezzi sul lungomare a pochi passi dal centro di Grottammare. Sul lungomare stanno aprendo tutte le bancarelle che animeranno il sabato sera la bella passeggiata che porta verso il centro. Purtroppo l’ora non ci permette di salire nel centro storico della città che dovrebbe essere pedonale, arroccato sul fianco della collina: ci riproponiamo la visita in altra occasione. Ci spostiamo ad Offida nell’entroterra   e ci sistemiamo a fianco il camper service (qui) subito sotto le mura. Dormiamo tranquillamente e il mattino seguente facciamo un giretto per le vie del piccolo paese delle filatrici Offidadi tombolo. All’entrata del centro troviamo subito un monumento raffigurante tre signore alle prese con il famoso tombolo. Il centro storico in questa mattina di Pasqua appare tranquillissimo; le uniche persone le incontriamo sotto  il loggiato del Palazzo del comune che si affaccia sulla piazza ove le persone anziane creano capannelli vocianti davanti il circolo del paese. Qui troverete da visitare il Teatro Serpente Aureo,  il museo del tombolo e la chiesa della collegiata che trovate ad una estremità del paese. Ritorniamo ai camper e ci spostiamo per pranzare ad Acquaviva Picena. Purtroppo non troviamo un luogo adatto ad una bella grigliata, ma un Acquaviva Picenaposteggio vicinissimo al centro del paese (qui). Dopo mangiato ci addentriamo in paese salendo  per la scalinata che porta alla Rocca (è visitabile).  La piazzetta di forma irregolare fa da cornice alle mura dell’imponente Rocca; dietro di essa un piccolo giardinetto con il prato ben curato offre una opportunità di svago ai bimbi e un momento di chiacchiere ai grandi. Il centro del paese è molto raccolto dentro quella che era la cerchia di mura. Vi basteranno pochi minuti per percorrere per tutta la lunghezza  le due strade parallele che tagliano il centro del borgo e si congiungono a metà davanti un bel palazzo che ospita l’ufficio della proloco e che con il suo terrazzo offre una veduta panoramica sulle colline circostanti. Rientrando ai camper approfittiamo della bellissima  giornata  per fare merenda su un tavolino adiacente al parcheggio., per poi spostarci a MonteluponeMontelupone: il paese offre una comoda area di sosta (qui) a fianco un ampio parco che si snoda attorno alle mura del centro cittadino. Anche questo è un tipico borgo della zona con le case in mattoni, ed un centro storico tutto racchiuso da alcuni palazzi con mura di cinta. Il paese sembra quasi deserto fino a che non giungiamo nella piazza centrale del paese  dove gli abitanti si affollano fuori dai due bar  centralissimi per un aperitivo o semplicemente una chiacchiera in compagnia.  Dormiamo in grande tranquillità e il mattino seguente ci spostiamo di pochi km raggiungendo Montecosaro: anche questo paese come molti nelle Marche offre un parcheggioMontecosaro gratuito con camper service  (qui) all’inizio del paese. Più piccolo di dimensioni dei precedenti presenta un centro storico con case in pietra affacciate su stretti vicoletti acciottolati e una piccola piazza su cui si affaccia la cattedrale. Nei pressi della chiesa troviamo un piccolo parco posto su una terrazza panoramica. Senza dubbio questi paesi, tra l’altro menzionati anche su borghitalia.it non appaiono come nulla di trascendentale, senza dubbio nell’apparenza e nella rispettiva valorizzazione. Per noi italici , abituati a borghi e castelli stupendi, questi  paesini storici, ricchi di una forte caratterizzazione, ma pochissimo valorizzati, appaiono forse un po’ deludenti. Va comunque fatto un plauso alle amministrazioni della zona che comunque offrono a noi camperisti parcheggi e camper service. Essendo un giorno di rientro preferiamo partire prima di pranzo per avvicinarci a casa: riprendiamo la strada di casa  e ci fermiamo per un pranzo in compagnia (qui) a Senigallia affollata soprattutto nel pomeriggio da una moltitudine di persone che passeggiano sul lungomare  Purtroppo il nostri tre giorni  Pasquali volgono al termine ; soddisfatti del bel giro  ci rassegniamo alla consueta coda del rientro, dopo aver fatto tappa per cena (qui)  Portoverde, con i suoi localini affacciati sul piccolo porticciolo contornato da residence di colore bianco in stile marittimo,  sperando in una diminuzione delle code. In conclusione di sicuro abbiamo visitato una regione molto bella sopratutto a livello paesaggistico ( bellissime le dolci colline che si percorrono), ben attrezzata verso i camperisti che di certo meriterebbe ulteriori visite più approfondite. (altre foto qui)


November Porc: Zibello e dintorni

Un assaggio autunnale della bassa parmense con il November Porc a Zibello e una piccola sosta a Roccabianca e Colorno. Leggi il diario

Rafting in Val di Sole

Week end in val di sole : camminate e rafting per tutta la famiglia: leggi i dettagli

Ravenna e i suoi mosaici

Una scorpacciata di mosaici vecchi 1500 anni. Ravenna, una piacevole sorpresa. Leggi il diario

Alsazia minore e Lucerna per Pasqua

Un viaggio alla scoperta di cio che dell'Alsazia ci mancava. Cicogne, case a graticcio e grandi vini.Leggi il diario
Barr

Grossglockner e salisburghese che non ti aspetti

Un viaggio di quattro giorni alla scoperta della montagna più alta di Austria e di bellezze del salisburghese.

leggi il diario

Alla Scoperta di Borghi Friulani

Fine settimana che doveva essere all'insegna dello sci ma viste le pessime condizioni del tempo e della neve decidiamo di dirottarci su due borghi Friulani veramente carini e accoglienti.    leggi il diario

Le nostre soste

Ci teniamo a precisare che nella sezione soste non troverete solo camping e aree di sosta ma sopratutto parcheggi gratuiti ove poter sostare semplicemente per una veloce visita alla attrazione turistica, oppure ove poter pernottare in tranquillità senza essere ne troppo isolati ne troppo in mezzo alla confusione: tutte le segnalazioni sono da ritenersi soggettive e vi preghiamo di segnalare ogni variazione. Per qualsiasi dubbio...chiedete:
info@robadacamper.com