EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Filtro

select

Viaggio in lazio

Ponte Pasquale tra alto Lazio Toscana e Umbria

Quest’anno i ponti non sono dalla nostra parte ma all’occorrenza li costruiamo: tre giorni paquali a cui aggiungiamo un giorno di ferie e ne approfittiamo per andare verso l’alto Lazio magari la famosa Saturnia e dintorni. Si parte il venerdì sera e dopo il solito traffico intenso giungiamo in serata a Bomarzo (qui) ove ci hanno consigliato il Parco dei Sacri Mostri info. Con stupore troviamo parecchi camper nel parcheggio che scende verso l’entrata del parco, sistemati per la notte addirittura con i cunei. Trascorriamo la notte in massima tranquillità di fianco il piccolo borgo. La mattina un bellissimo sole ci accoglie, e ne approfitto Bomarzoper salire di poche centinaia di metri per arrivare al piccolo borgo che offre una bellissima veduta sulle colline circostanti. Il paesino dalle case di pietra scura si sta svegliando immerso nell’umidità mattutina: scendiamo spostando il camper all’entrata del parco dato che la sera era chiuso. Siamo i primi ad entrare al parco: la rugiada del mattino fa luccicare le piante che ancora sono semidormienti e attendo l’imminente primavera. Gironzoliamo per un’oretta nel bel parco immerso di statue rappresentanti divinità e scene mitologiche che una Bomarzovolta rappresentavano svago e motivo di orgoglio e diletto per il proprietario e i visitatori. I bambini si divertono un sacco ad osservare le grandi statue e le figure strane. La temperatura è davvero gradevole e la visita molto piacevole soprattutto nella stagione estiva dove si può approfittare anche per un pic-nic all’interno del parco ove vi sono aree dedicate. Ci spostiamo alla scoperte delle pozze di acqua termale nei dintorni di Viterbo. Poco fuori Viterbo troviamo la sorgente del Bullicame(qui): la sorgente sorge in un piccolo parco con annessa una piccola pozza balneabile, mentre proseguendo per la strada sterrata si ritorna sulla strada principale e a circa 500 metri troverete il grande parcheggio a fianco le pozze di acqua termale libere all’aperto. Si capisce che la zona è frequentata da molti camper di affezionati che addirittura estraggono tavolini e si crogiolano nelle pozze di acqua termale al sole. L’acqua sgorga da una sorgente recintata a più di 50 gradi  e viene fatta confluire nelle piccole vasche Bullicameartificiali. Dal camper parcheggiato nel parcheggio antistante i bagnanti in costume e accappatoio attraversano in prato che circonda la piccola fonte: tirando un po di arietta fredda decidiamo di non sguazzare con i bimbi, e ci spostiamo per una rapida occhiata anche alle famose Masse di San Sisto che sorgono un po’ più a sud. Qui una associazione tiene la manutenzione del luogo e con una piccola quota “associativa” hai accesso all’area camper antistante e alle pozze di acqua termale. Diamo solo una sbirciata all’affollato e frequentato luogo ripromettendoci una visita in futuro. Proseguiamo e ci fermiamo per pranzo a Tuscania in un parcheggio(qui) con una bella vista ,sulla collina ove sorgeva l’antico insediamento e sul bel borgo medioevale con la sua mura di cinta. Dopo mangiato ci concediamo anche la pennichella e poi facciamo un giretto per le viuzze del pittoresco borgo. Bella la veduta sulla parte delle mura che include un parco ben tenuto. Potete percorrere il perimetro sulla cinta muraria passeggiando su un  morbido prato.  Molto pittoresco Tuscaniail borgo dalle case pietra e dalle strette stradine. La splendida giornata di sole rende tutto incantevole. A seguire raggiungiamo Maurizio ed altri amici sul lago di Bolsena essendo l’area di Montefiascone strapiena. Ci fermiamo a Capodimonte con il suo lungolago affollato di turisti che passeggiano allegramente sulle sponde del lago. Questo paese ha un bellissimo lungolago con una bella passeggiata che arriva fino all’area di sosta che però data la grande affluenza è piena. Decidiamo così di spostarci per la notte scostandoci un poco dal lago: saliamo a Valentano ove troviamo un comodissimo parcheggio(qui) dove trascorriamo la notte in massima tranquillità. Il paese non è degno di nota ma rappresenta a mio parere un ottimo punto sosta in periodi affollati. La mattina seguente ci svegliamo sotto la pioggia che ci accompagnerà tutto il giorno: attraversiamo le verdi colline dell’alto lazio e arriviamo Sovana  dove, cercando il parcheggio ci imbattiamo nella necropoli(qui). Pranziamo nel parcheggio antistante e a seguire i più temerari sotto la pioggia si dedicano alla visita della necropoli, mentre noi rimaniamo a far un riposino in camper. Ci spostiamo e troviamo il parcheggio segnalato(qui) per i camper: Sovana è un borgo davvero carino, con le sue stradine acciottolate che si snodano lungo la direttrice che termina alla Sovanacattedrale. Le case sono costruite con lo stesso tufo che troviamo abbondante nelle campagne circostanti. Peccato il maltempo che rende il tutto un po’ più cupo. Un’oretta è sufficiente per girare il piccolo paesino e curiosare nelle piccole botteghe artigiane. Sperando in un miglioramento del meteo ci spostiamo a Bolsena ove dormiamo sul lungolago(qui). Purtroppo la mattina il cielo è ancora variabile: il paese dominato dal castello a pianta quadrata su cui svetta la bandiera con i colori del comune: molto bello salire lungo le stradine acciottolate che portano al castello attraverso il centro storico costituito da una moltitudine di case in pietra abbellite da vasi di fiori e piante. Sembra di entrare in una latra dimensione e si respira aria medioevale. Dalla cima si gode una splendida vista su tutto il lago. Ricomincia a piovere e Castello di Bolsenamotivi familiari ci costringono a rientrare passando per Sansepolcro dai familiari Elena: ne approfittiamo dirigendoci verso l’Umbria per una sosta a Todi per visitare la cittadina. Sostiamo di fianco l’area di sosta(qui) e saliamo in paese dall’ascensore gratuito. Percorriamo il viale che porta al centro ammirando la bella facciata della chiesa  in pietra con la scalinata inframezzata da scampoli di prato. Il centro si snoda attorno alla piazza principale ove sorgono la Pinacoteca e il Palazzo comunale orlato dai tipici merletti medioevali. Tutt’attorno una serie di vicoletti e stradine attorniate da case in pietra, e una bella terrazza panoramica sulle colline circostanti. Mangiamo una pizza al taglio e siccome ricomincia a piovere ci spostiamo puntando su Spello. Lungo il percorso attraversiamo la zona del Sagrantino  ci fermiamo qualche minuto per una foto alla aree di sosta di TodiBevagna (qui) e Montefalco (qui), due bellissimi paesini con la loro cinta muraria, che saranno di certo una delle future mete. Finalmente arrivati a Spello (sosta qui) smette di piovere e sbuca un timido sole: saliamo per una ripida stradina in pietra e passiamo sotto quella che era una delle antiche porte circondata da due tipici torrioni medioevali. Il paesino è davvero incantevole, tutto in pietra con le strade di ciottoli e le pareti delle case adornate da vasi di fiori colorate. All’ufficio della pro loco prendiamo la mappa con le attrattive principali gironzoliamo così seguendo l’itinerario proposto, costeggiano le mura che offrono una splendida veduta sulla vicina Assisi, e ritornando passando a  fianco Spellol’arco romano. Davvero incantevole e rilassante la visita a questo piccolo borgo. Scendiamo fino alla porta ove sorgono antichi resti in pietra della antica estremità del paese, e troviamo il mercato settimanale. Ritorniamo al camper per rientrare verso Sansepolcro lasciandoci alle spalle un bel ponte interrotto purtroppo per motivi familiari. Di sicuro molto bello l’alto Lazio con le sue sorgenti termali , Tuscania , e l’Umbria tutta da scoprire il cui unico neo sono le strade tenute in pessime condizioni ( non appena esci dalle statali principali): torneremo presto a Bevagna e Montefalco che sembrano essere paesini incantevoli e oltre tutto offrire comode e belle aree di sosta.

November Porc: Zibello e dintorni

Un assaggio autunnale della bassa parmense con il November Porc a Zibello e una piccola sosta a Roccabianca e Colorno. Leggi il diario

Rafting in Val di Sole

Week end in val di sole : camminate e rafting per tutta la famiglia: leggi i dettagli

Ravenna e i suoi mosaici

Una scorpacciata di mosaici vecchi 1500 anni. Ravenna, una piacevole sorpresa. Leggi il diario

Alsazia minore e Lucerna per Pasqua

Un viaggio alla scoperta di cio che dell'Alsazia ci mancava. Cicogne, case a graticcio e grandi vini.Leggi il diario
Barr

Grossglockner e salisburghese che non ti aspetti

Un viaggio di quattro giorni alla scoperta della montagna più alta di Austria e di bellezze del salisburghese.

leggi il diario

Alla Scoperta di Borghi Friulani

Fine settimana che doveva essere all'insegna dello sci ma viste le pessime condizioni del tempo e della neve decidiamo di dirottarci su due borghi Friulani veramente carini e accoglienti.    leggi il diario

Le nostre soste

Ci teniamo a precisare che nella sezione soste non troverete solo camping e aree di sosta ma sopratutto parcheggi gratuiti ove poter sostare semplicemente per una veloce visita alla attrazione turistica, oppure ove poter pernottare in tranquillità senza essere ne troppo isolati ne troppo in mezzo alla confusione: tutte le segnalazioni sono da ritenersi soggettive e vi preghiamo di segnalare ogni variazione. Per qualsiasi dubbio...chiedete:
info@robadacamper.com