EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Filtro

select

Viaggio in germania

Baviera mercatini di Natale e relax all'Aqua Dome

Ponte dell’immacolata si parte per un week end allungato in compagnia: l’organizzazione è stata un po’  complessa poiché questa volta alla partenza siamo cinque camper. Dopo le consuete code arriviamo in serata a Bressanone ove ci sistemiamo nei pressi della zona industriale evitando i molti cartelli di divieto che fioriscono in occasione dei mercatini, e dormiamo in massima tranquillità per riprendere la mattina seguente attraverso montagne innevate in direzione Mittenwald accompagnati da una bellissima giornata di sole. Più saliamo di quota attraverso la famosa salita che porta verso Garmish, terrore di tutti i camionisti, più ci caliamo in una Mittenwaldambientazione fantastica: neve ovunque, alberi e fronde coperte dal manto bianco che riflette i raggi del sole. Per gli amanti della neve un percorso , quello che ci porta a Mittenwald  veramente rilassante: la nevicata delle sere precedenti è stata la nostra fortuna. Ci fermiamo nel parcheggio antistante la stazione  ( qui )a due passi dal centro ove pranziamo dopo aver acquistate pane e i famosi brezen , biscottini salati in superficie. Dopo pranzo ci concediamo una passeggiata per il centro innevato. Il paesino lo conoscevamo già, con le sue stradine attorniate da case con i muri dipinti che assieme alla splendida cornice delle alpi innevate ne fanno uno spettacolo davvero pittoresco. A dir il vero essendo sabato pomeriggio troviamo i negozietti chiuso e il paese risulta un po’ giù di tono; per di più scopriamo che i mercatini di Natale che dovevano essere presenti, cominceranno solo la terza domenica di avvento ( questa sarà una costante per molti paesini in germania). Dietro la chiesa scoviamo un angolino ove d’estate è posizionata la fontana in cui una casa ha le finestre di legno contornate dal  davanzale e dalle persiane dipinte che sembrano vere. Un po’ delusi dalla mancanza di vita, ripartiamo verso Andechs: ci sistemiamo nel comodissimo parcheggio ( qui ) in compagnia di una trentina di altri camper la maggior parte tedeschi, ma con nostra sorpresa anche italiani: evidentemente Andechsla voce del famoso monastero con annessa birreria e fabbrica si è sparsa a tal punto da farlo diventare una meta molto ambita. Saliamo a cenare nella stube ove a dir la verità arriviamo un po’ tardi e la cucina sta chiudendo: il menù a disposizione non è vastissimo ma direi ottimo e a buon prezzo e soprattutto accompagnato da ottime qualità di birra prodotte nell’attigua fabbrica. Gustiamo la cena immersi in una atmosfera davvero festaiola seduti accanto a  una miriade di persone di ogni età che evidentemente han passato qui ,davanti a ripetuti boccali di birra tutto il pomeriggio. A seguire due chiacchiere in compagnia poi tutti a nanna immersi in un silenzio surreale. L’indomani sveglia per andare a scattare un paio di foto con il timido sole che ci da il benvenuto, il tempo per acquistare alcune bottiglie della birra locale nel locale che già alle 10 di mattina è pieno di persone che si Andechsaccingono alla colazione o pranzo in compagnia, dopo di che si parte in direzione sud: attraversiamo la bellissima baviera con i suoi boschi e verdi pascoli per poi fare tappa a Oberammergau: ci sistemiamo nel comodo parcheggio ( qui ) che sarebbe riservato ai camper, ma i cui stalli in realtà risultano un po’ corti, ma nessun problema dato che intorno troverete molto spazio e il paesino sembra molto tranquillo: un aperitivo on the road , il tempo di un veloce pranzo e via a far due passi per il paesino dalle case dipinte in cui vi dovrebbe essere il mercatino natalizio. Purtroppo invece anche qui vale la regola della terza domenica d’avvento, perciò in un paese a dir la verità un po’ smorto, forse a causa del sabato pomeriggio in cui Oberammergaui negozi sono chiusi per la maggior parte facciamo due passi per il centro che conserva un gran numero di edifici dai muri dipinti e poco altro. Tornati al camper ci dirigiamo verso Garmish dove decidiamo di sostare nel comodissimo parcheggio  ( qui ) proprio a ridosso dei mercatini: curiosiamo un po’ nel piccolo mercatino ma gremito di persone che sorseggiano bevande calde e mangiano gustosissimi panini farciti con salsicce locali e formaggi profumatissimi, a cui ovviamente non riusciamo a resistere. Sulle note della piccola orchestra che suona musiche tradizionali ci allontaniamo percorrendo il viale principale costeggiato dalle caratteristiche case affrescate, per poi rientrare ai camper per cena e per una bella doccia calda. Per chi lo garmishdesiderasse il paese offre anche una area sosta con camper service, ma un po’ distante dal centro. Ormai a sera inoltrata decidiamo  di partire verso il tanto atteso Aqua dome  a Langefeld: arriviamo che ormai il camping è chiuso, ci sistemiamo perciò accanto al campo sportivo ( qui ) a fianco alti cumuli di neve ove trascorriamo la notte in massima tranquillità per poi entrare in camping la mattina: il campeggio a nostro parere è molto ben tenuto e organizzato , con dei servizi igienici veramente belli e puliti, e per di più riserva uno sconto sull’acquisto del biglietto per l’Aqua dome ( escluso la zona saune il cui biglietto va acquistato in loco a parte). Trascorriamo l’intera giornata all’interno del bellissimo complesso che riserva vasche con acqua calda e vari getti d’acqua, le vasche esterne a diversa temperatura, le vasche dedicate ai bambini con Aqua Domespruzzi e giochi, ma anche zone all’asciutto ove poter far giocare i bambini con libri e giocattoli vari. Inoltre all’interno vi sono sia self service e ristorante, ma anche spazi allestiti con tavoli e sedie per chi volesse consumare il suo pranzo al sacco ( davvero inconcepibile per le strutture di casa nostra). Anche i bagni sono pulitissimi e ben attrezzati: addirittura con il biglietto famiglia avrete inclusa una cabina di circa 2 metri per 2 privata in cui poter cambiare e vestire anche i più piccoli. Insomma trascorriamo l’intera giornata veramente senza accorgercene in allegria e massimo divertimento per grandi e piccini. A mio parere una delle più belle strutture di questo genere. Verso le 17.30 usciamo un po’ esausti e ci ritroviamo sulla neve a fianco ai camper per un aperitivo allungato: complice il calore ricevuto durante la giornata si sta davvero bene all’aria aperta: cominciamo con formaggi fossa, crostini al tartufo, salami locali per poi arrivare anche a due tagliatelle al ragu’. Il silenzio che avvolge tutta la valle è magico e dopo poco cominciano a cadere anche alcuni fiocchi di neve che dopo un dolce ci invogliano ad una bella dormita. La mattina seguente è tempo di rientro perciò partiamo verso casa passando dal Resia ove incontriamo una grande quantità di neve caduta nelle ore precedenti: senza intoppi proseguiamo, dopo un paio di foto al famoso lago ghiacciato, senza intoppi godendoci il paesaggio circostante davvero bello e arriviamo per pranzo a Merano  ove ci fermiamo nel parcheggio di fronte la stazione ( qui ) e da cui a piedi Meranoraggiungiamo in 10  minuti il centro. Ci dirigiamo lungo il passirio ove troviamo i famosi mercatini, questa volta più grandi e più articolati dei precedenti. La localizzazione è molto bella, adagiata sulla passeggiata lungo il fiume e di fronte alle famose terme a cui diamo una sbirciata. Molti banchetti con specialità e vendita di cii caldi preparati in loco, uniti alle solite cianfrusaglie natalizie. Molto carina anche la via principale di Merano che attraversa il centro storico e che termina in una piazzetta con una bella chiesetta. Facciamo un po’ di spesa in una macelleria tipica e ci concediamo una fetta di strudel in una pasticceria prima di ritornare ai camper e riprendere la strada di casa. In conclusione è stato un bellissimo ponte: forse volevamo vedere alcuni mercatini tedeschi che tutti decantano come molto diversi dai nostri per grandezza e varietà di articoli trattati, ma da questo punto di vista abbiamo scoperto di essere in anticipo. Ciononostante il paesaggio innevato ci ha regalato emozioni bellissime. Di certo la Baviera penso offra il meglio di se in estate, mentre l’Aqua dome per noi è sempre una piacevolissima tappa.


November Porc: Zibello e dintorni

Un assaggio autunnale della bassa parmense con il November Porc a Zibello e una piccola sosta a Roccabianca e Colorno. Leggi il diario

Rafting in Val di Sole

Week end in val di sole : camminate e rafting per tutta la famiglia: leggi i dettagli

Ravenna e i suoi mosaici

Una scorpacciata di mosaici vecchi 1500 anni. Ravenna, una piacevole sorpresa. Leggi il diario

Alsazia minore e Lucerna per Pasqua

Un viaggio alla scoperta di cio che dell'Alsazia ci mancava. Cicogne, case a graticcio e grandi vini.Leggi il diario
Barr

Grossglockner e salisburghese che non ti aspetti

Un viaggio di quattro giorni alla scoperta della montagna più alta di Austria e di bellezze del salisburghese.

leggi il diario

Alla Scoperta di Borghi Friulani

Fine settimana che doveva essere all'insegna dello sci ma viste le pessime condizioni del tempo e della neve decidiamo di dirottarci su due borghi Friulani veramente carini e accoglienti.    leggi il diario

Le nostre soste

Ci teniamo a precisare che nella sezione soste non troverete solo camping e aree di sosta ma sopratutto parcheggi gratuiti ove poter sostare semplicemente per una veloce visita alla attrazione turistica, oppure ove poter pernottare in tranquillità senza essere ne troppo isolati ne troppo in mezzo alla confusione: tutte le segnalazioni sono da ritenersi soggettive e vi preghiamo di segnalare ogni variazione. Per qualsiasi dubbio...chiedete:
info@robadacamper.com